Il razzismo coloniale fascista

Trascrizione degli incontri del corso di formazione per insegnanti 2000/2001  "l'Italia fascista - repressione, razzismo, collaborazionismo

A cura di Francesco Maria Feltri, collaboratore Museo del Deportato di Capri

Il colonialismo italiano è sempre stato ammantanto da una specie di aurea, di presentazione positiva perché si effettuavano una serie di confronti, simili a quelli che ordinaramente vengono fati fra il fascismo italiano e il nasismo tedesco, tra l'antisemitismo italiano e la Shoah. Circolava quindi una specie di leggenda secondo cui gli italiani "brava gente", in Etiopia e Eritrea hanno avuto un rapporto buono con la popolazione indigena. In fondo il nostro sarebbe stato un colonialismo dal volto umano, alieno da razzismo o comportamenti che altre potenze hanno invece compiuto.