Testimonianza di Andra e Tatiana Bucci

Due bambine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau
(per le classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado)

venerdì 24 gennaio 2014 ore 10
Teatro Ermete Novelli, via Cappellini 3

 

Di padre cattolico e mamma ebrea, le sorelle Andra (Alessandra) e Tatiana (Liliana) Bucci vengono arrestate all’età di 4 e 6 anni, con la loro mamma Mira e la nonna Rosa, nella loro abitazione di Fiume. Insieme a loro, anche la zia Gisella e il cuginetto Sergio De Simone di 6 anni. Dopo alcuni giorni di prigionia nella Risiera di San Sabba, vengono inviate al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau dove sono separate dalla mamma e rinchiuse nel Block dei bambini in attesa di subire gli esperimenti medici del Dr. Josef Mengele. Incredibilmente, Andra e Tatiana rimarranno sempre insieme e sopravviveranno fino alla liberazione. Solo dopo due anni passati in orfanatrofi e centri di riabilitazione a Praga e in Inghilterra riusciranno a ricongiungersi alla loro madre l’8 dicembre 1946, anche lei miracolosamente sopravvissuta. Per il piccolo Sergio, invece, il destino fu crudele. Insieme ad altri 19 bambini di varie nazionalità, fu condotto nel campo di concentramento di Neuengamme alla periferia di Amburgo e sottoposto a esperimenti sulla tubercolosi, condotti dal Dr. Heissmeyer alle dipendenze di Mengele. Pochi giorni prima dell’arrivo degli Alleati, i 20 bambini vennero condotti nella scuola Bullenhuser Damm della città e uccisi.