Anno in corso

Il Comune di Rimini promuove fin dal 1964, in stretta collaborazione con le scuole della città, il progetto di Educazione alla Memoria, un programma di iniziative legate al tema della deportazione e della Shoah e, più in generale, dell’Europa fascista e nazista. Lo scopo è quello di promuovere lo studio e la conoscenza della storia del Novecento, tenendo viva la memoria di tutti coloro che, per ragioni diverse, furono vittime di discriminazioni e persecuzioni e nel contempo riflettere sul valore sempre attuale della responsabilità individuale. 
Un corposo e variegato programma di incontri e iniziative culturali che viene rinnovato anche quest'anno coinvolgendo i ragazzi provenienti dai 12 Istituti Secondari Superiori di Rimini,  ma anche tutta la cittadinanza con diverse tipologie di proposte culturali.
Si parte dalle attività didattiche per le scuole, alcune di queste organizzate in classe, che sono già iniziate lo scorso 29 ottobre, con la lezione del Prof. Riccardo Brizzi, docente di Storia Contemporanea Università di Bologna, dal titolo “Il Fascismo: Propaganda e costruzione del consenso”. I seminari, a cui partecipano oltre 220 studenti,  proseguono per altri tre appuntamenti, previsti nel 2020,  con la conclusione di un viaggio studio a cui parteciperà un gruppo di circa 50 studenti e studentesse degli Istituti superiori riminesi.

Le ultime attività programmate sono state al momento annullate causa emergenza Covid-19.