I crimini del regime nazista e la Shoah 


Martedì, 15 Gennaio, 2019 - 11:45
I crimini perpetrati dal regime nazionalsocialista rappresentano uno dei temi più indagati dalla storiografia del Novecento, eppure restano rari gli studi di sintesi in cui la Shoah e il massacro di massa dei Sinti e dei Rom vengono analizzati anche in co

Domenica 27 gennaio 2019 ore 17  presso la Sala del Giudizio nel Museo della Città -  “lectio magistralis” di Dieter Pohl, Università Alpen-Adria, Klagenfurt   Introduce Laura Fontana, Responsabile Attività Educazione alla Memoria Comune di Rimini e Responsabile Italia del Mémorial de la Shoah

Questi crimini,  va ricordato, includono le deportazioni e
le esecuzioni di massa di civili nei Paesi occupati, le fucilazioni per rappresaglia, i crimini di guerra commessi contro i prigionieri sovietici o durante le azioni militari, le uccisioni sistematiche di handicappati fisici e mentali e degli individui perseguitati dal regime perché ritenuti “Asociali”, nonché la repressione e le uccisioni dei nemici politici e, in generale, le violenze efferate nei campi di concentramento. 

L’intervento inquadrerà il tema dei crimini nazisti sollevando questioni cruciali:
la definizione dei gruppi di vittime, la corresponsabilità per i crimini commessi dagli Stati alleati di Hitler, il carattere singolare della violenza nazista e la natura della sua relazione coi crimini del regime di Stalin. 

Solo tenendo insieme gli elementi peculiari e quelli universali dei crimini nazisti, dei quali la Shoah costituisce indubbiamente la violenza di massa più radicale, è possibile arrivare a comprendere tutta la complessità del fenomeno. 

Iniziativa con la partecipazione del Mémorial de la Shoah di Parigi 

 

Dieter Pohl,
per molti anni ricercatore presso il prestigioso Istituto di storia contemporanea di Monaco, insegna storia contemporanea all’Università
di Klagenfurt. 

Autore di numerosi libri e saggi sulla storia della Germania nazista e della Shoah, è considerato dal mondo accademico uno degli storici di riferimento a livello internazionale. Difficile sintetizzare i suoi numerosi ambiti di ricerca che vanno dalla storia dell’ex Unione Sovietica ai crimini comunisti dopo il 1945, dalle politiche di occupazione e di sterminio nazista alla violenza nel XX secolo, alla storia contemporanea della Polonia e dell’Ucraina. Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

La conferenza si svolgerà in inglese con traduzione simultanea. 

Dieter Pohl


Museo della città
Via tonini47900 Rimini , RN
Google Maps