Non avevamo ancora cominciato a vivere: bambini e ragazzi sotto il nazismo

Libri in biblioteca da leggere, consultare e guardare nel Giorno della Memoria
27 gennaio-27 febbraio 2014
Biblioteca Gambalunga, via Gambalunga 27

orario :
da lunedì a venerdì ore 8-19 / sabato ore 8-13

Ogni anno si rinnova il ricordo della Shoah e del dramma de campi di concentramento nazisti che hanno visto tra le vittime anche oppositori, prigionieri politici, zingari, omosessuali, prigionieri di guerra e tantissimi bambini e ragazzi...
Nel tempo quasi tutti i protagonisti diretti della Shoah sono scomparsi. Le loro parole restano nei libri e il testimone sta pasando ai figli e ai nipoti.
Per ricordare in modo non retorico le tante vicende dei bambini la cui infanzia fu travolta dal fascismo e dal nazismo, la Biblioteca Gambalunga e la sua Sezione Ragazzi dedicheranno alcuni scaffali a una selezione di romanzi, saggi, albi illustrati che raccontano, anche attraverso le parole e le testimonianze dei giovani protagonisti (ebrei, ma anche zingari, tedeschi "ariani", ecc.), la condizione dei bambini e ragazzi nei ghetti e nei lager nel periodo del Terzo Reich.
In particolare, si sottolinea l'importanza dell'attività indirizzata ai giovani lettori. Il fatto che tanti ragazzi possano conoscere, attraverso i libri, i ricordi e le memorie dell'ultimo conflitto mondiale, l'orrore della guerra e dei campi di sterminio, fa sperare che siano in grado di ben comprendere il valore della pace e la necessità di perseguirla e salvaguardarla, superando la differenza e la scarsa considerazione per le persone che hanno caratteristiche fisiche e culturali diverse dalle loro.