Conferenza Magistrale - Giovedì 26 febbraio 2009, ore 17.30 Aula Magna, via Angherà 22, Rimini

Anti-Lumières et violences de masse. Le tournant du XXè siècle.
(Anti-Illuminismo e violenze di massa. La svolta del XX secolo)
di Georges Bensoussan

In occasione della nona Giornata della Memoria 2009

Presiede prof. Giorgio Cantelli Forti Presidente Polo di Rimini
Introduce Laura Fontana Responsabile del Progetto Educazione alla Memoria

Ingresso libero fino a esaurimento posti. È prevista la traduzione simultanea .

Chi furono i maestri dei medici nazisti? Chi ha influito sulla formazione intellettuale degli architetti dello sterminio? In quale ambiente culturale si sono formati coloro che hanno concepito l'assassinio di massa?
[...] La nostra fede nell'istruzione ha nutrito l'illusione secondo la quale la "cultura" ci proteggerà dal crimine e costituirà una diga contro la tentazione omicida. [...] La genealogia del disastro come storia del secolo che è trascorso ci insegna che l'idea dei continui progressi dell'umanità è solo pia illusione.
[...] Le regressioni culturali e politiche fanno parte del possibile.

(da Genocidio. Una passione europea, di G.Bensoussan, Marsilio, 2009)

Georges Bensoussan,
uno dei maggiori storici contemporaneisti, noto a livello internazionale, è responsabile editoriale al Mémorial de la Shoah di Parigi, direttore della Revue d'Histoire de la Shoah, autore di numerose opere dedicate alla
storia dell'ebraismo, della Shoah, tra le quali L'eredità di Auschwitz. Come ricordare? (Einaudi, 2002), uno dei testi fondamentali per la comprensione politica e storica di cosa è stata la Shoah, nonché una monumentale opera sul sionismo (Il sionismo. Una storia politica e intellettuale. 1860-1940, Einaudi, 2007). Entro
il 2009 è prevista la traduzione italiana di Un Nom impérissable. Israël, le sionisme et la destruction des Juifs d'Europe (19332007) per UTET.
Il 24 novembre 2008 la Fondation Jacob Buchman di Parigi gli ha conferito il Prix Mémoire de la Shoah.


Informazioni

Comune di Rimini, Servizio Relazioni Esterne, Maria Carla Monti

Laura Fontana

genocidio. Una passione europea