Logo stampa
 
Sei in: CHI SIAMO

Chi siamo: Rimini e la Memoria


Il Comune di Rimini si occupa di educazione alla memoria fin dal 1964, anno in cui venne organizzato il primo viaggio-studio a Mauthausen per le scuole medie superiori.

Da allora viene promosso ogni anno un programma educativo - a cura di Laura Fontana, responsabile dell'Attività di Educazione alla Memoria - sulle tematiche della deportazione e dello sterminio che comprende sia iniziative di formazione e di aggiornamento per insegnanti e per studenti, sia eventi di divulgazione e di riflessione collettiva sulla memoria: spettacoli teatrali, rassegne di film, laboratori, conferenze e testimonianze di sopravvissuti.
Poiché il programma di educazione alla memoria viene concepito come itinerario didattico di conoscenza storica e di formazione personale, il percorso si conclude con la realizzazione di un viaggio-studio, evento che contribuisce ad arricchire e consolidare l’esperienza vissuta dai ragazzi durante l’anno scolastico.

I campi di concentramento nazisti e fascisti (Mauthausen, Gusen, Ebensee, Terezìn, Sachsenhausen, Fossoli), i campi di sterminio (Auschwitz-Birkenau, la Risiera di San Sabba), ma anche i luoghi della memoria storica della presenza ebraica (i ghetti e i quartieri ebraici delle grandi città come Praga, Trieste, Venezia) o i luoghi  della guerra (le foibe, il confine sloveno) sono di anno in anno le destinazioni scelte per condurre in visita di istruzione gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori della Provincia di Rimini.